Main menu

Con l’iniziativa denominata “welfare a km zero” la Fondazione Caritro intende incentivare e rafforzare la cultura e la pratica del welfare comunitario e generativo espresso dal territorio trentino.

Si tratta di diffondere e promuovere una nuova cultura nella comunità volta a sostenere la collaborazione tra soggetti diversi, tra cui anche realtà ed istituzioni non necessariamente afferenti all’area del welfare sociale ed a valorizzare l’apporto della gente comune.

Il sistema di welfare locale, pur rimanendo come un punto di riferimento anche a livello nazionale, deve fare i conti da un lato con l'aumento di famiglie vulnerabili e l’indebolimento dei legami sociali, dall'altro con la diminuzione delle risorse a disposizione delle istituzioni. E' necessario quindi trovare nuove modalità di risposta a problemi che aumentano di fronte a risorse decrescenti.

Welfare generativo significa, pertanto, investire in iniziative volte non solo alla soluzione dei problemi, ma anche a produrre le risorse relazionali e finanziarie affinché quegli stessi problemi possano essere affrontati in futuro con minori contributi finanziari.

Si ritiene che una delle vie alternative al rafforzamento del welfare locale potrebbe derivare dalla generazione di nuove risorse dalla comunità attraverso il sostegno a progetti con un elevato valore di reciprocità e cooperazione dal basso.

La Fondazione incentiva dunque interventi di innovazione sociale che possano gradualmente aggiornare, rafforzare e rendere più efficaci gli approcci alle problematiche e vulnerabilità sociali.

L’iniziativa “welfare a km zero” comprende azioni di welfare per il territorio, riconducibili, per il momento a due principali filoni di intervento: il bando per progetti di welfare generativo e il percorso accompagnami.

cosewfkmzero